Gruppo di lavoro aperto che studia le eredità storiche degli ideali illuministi, repubblicani, socialisti e anarchici nelle prospettive del rapporto arte società, arte didattica, arte filosofia, arte e territori

Colectivo multidisciplinar que estudia la herencia histórica de los ideales ilustrados, republicanos, socialistas y anarquistas y sus perspectivas en la relación entre arte y sociedad desglosadas en tres áreas de interés: arte-didáctica, arte-filosofía y arte-territorio.

P.I.G.S. i luoghi e le azioni. Una rete di reti.

Il gruppo di lavoro internazionale Escuela Moderna/Ateneo Libertario, ha organizzato in consorzio con altri le attività denominate P.I.G.S. Queste attività si sono svolte nella Primavera 2015 in Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. Questo grande lavoro collettivo, ideato in primo luogo in Italia, ha assunto il significato di fare rete, nell’Europa mediterranea e uscire, dall’assordante propaganda partiottarda basata sulle narrative dell’Expo 2015. E stato un emigrare, un lasciare i propri luoghi e guardare e guardarsi da fuori, un ribaltamento delle prospettive correnti anche utilizzando i temi della crisi per coniugare arte e sensibilità sociale. I collettivi partner di Escuela Moderna sono stati A.R.T.H.E.S.I.S.  e Nosotros Social Centre ad Atene, La Ravala, l’Agorà Juan Benitez, VENKO, Foto Movimiento, il Reial Circle artistic a Barcelona, il B.O.E.S.G. a Lisbona e il Metropoliz/MAAM a Roma. Le istituzioni Pubbliche partner sono state lo Spazio Arte dell’Auditorium di Roma e Arts Santa Monica a Barcellona.

Una rete di reti: P.I.G.S. Lisbona. Negli locali del B.O.E.S.G. i temi di gentrification e immigrazione sono stati il fulcro degli interventi di Alessandro Zorzetto e Andrea Staid. Lisbona come altre aree metropolitane europee ha sofferto di speculazione edilizia, corruzione e politiche di esclusione sociale, le relazioni hanno anche messo in luca il lavoro delle molte realtà autogestite sul territorio che si oppongono ogni giorno a queste disumane politiche. I valori della libertà, dell’autorganizzazione, della produzione di soggettività dal basso, sono stati gli assi portanti degli interventi svolti in quella sede.  
Una rete di reti: P.I.G.S. Atene. Scrive Davos sullappuntamento di Atene: «L'impegno artistico nel tempo della crisi e la formazione dell’artista come ‘soggetto politico’ nel senso ampio della parola, tanto come militante che come cittadino, ma in ogni caso come soggetto coinvolto nella ‘koina’ (le cose comuni e solidali) della vita nelle metropoli moderne dei Paesi avanzati, sono emerse nella tavola rotonda organizzata fra studiosi e artisti presenti alla mostra presso ‘Nosotros’ (Giorgio-Byron Davos, Andrea Aureli, Mauro Folci, Laura Cazzaniga, Despina Meimaroglou) che sono stati collegati in una videoconferenza con Juan Domingo Sanchez Estop e Franco ‘Bifo’. Li è emersa la questione centrale della relazione fra CENTRO e PERIFERIE, sia dal punto di vista artistico, sia soprattutto come costrizione politica».

Una rete di reti: P.I.G.S. Roma. A Roma, oltre alla rassegna video e alla installazione dell’archivio Escuela Moderna, che ha esposto al pubblico le cassettiere contenenti parte delle proprie acquisizioni, i temi trattati sono stati quelli della gentrification, la lotta per la casa, la denuncia agli orrori dell’Art. 5 del piano casa, il museo la sua natura e la sua identità, confrontando le politiche culturali degli spazi istituzionali e quelle del Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz, unico museo abitato del pianeta Terra. Ma anche turismo e politiche sociali a Barcellona(Porretta), un focus sulla Palestina. Al Metropoliz, esposta la mappatura di Roma Est da parte di Metropoliz-Lab prima del Concerto di Marco Rovelli, sono intervenuti Andrea Staid, Mario Rui Pinto e Sivia Branco Jorge. Dei due compagni portoghesi si può leggere un estratto dell’intervento nelle pagine che seguono.  
Una rete di reti: P.I.G.S. Barcellona. A Barcelona si è realizzato un programma di straordinaria complessità. I temi anche sono stati tutti incrociati in una unica azione corale, si possono riassume nelle seguenti giornate: lincontro con i senzatetto e i cittadini colpiti dalle ipoteche della PAH (Plataformas Afectados por Hipotecas), le celebrazioni all’Agorà Juan Benitez, monumento vivo alla memoria di un martire del quartiere Raval. Lintervento dal palco CNT per il 1 Maggio, la manifestazione del pomeriggio, le azioni urbane, quali la performance collettiva dei migranti organizzata da Domingo Mestre. Le questioni di Genere, alla Libreria Vensambleu, le lotte delle Putas Indignadas, e la mostra sulle resistenze a Barcelona al Reial Circle Artistic, naturalmente, come nella altre sedi, la rassegna video all’Arts Santa Monica con le performance di Juan Simo.

BIENNALE SESSIONS 2017

Escuela Moderna/Ateneo Libertario
Biennale Sessions 2017
57. Biennale di Venezia Arte.
Session dedicata al compianto Maestro Prof. Arch. Giorgio Muratore.
Tese Arsenale, 13 maggio ore 15,30
Dopo una breve presentazione dei progetti editoriali in corso(Milieu), ed espositivi(Caledario...

Read more

AVVISO AI COMPAGNI

!!AVVISO AI COMPAGNI!!

Il 19 febbraio 2016 si inaugura a Vitoria, Spagna c/o Artium, una mostra detta pigs. Quali organizzatori di PIGS 2015, realizzata a Atene, Roma Barcellona e Lisbona, avvisiamo che il titolo trae in...

Read more

Escuela Moderna per HipoTesis

"HipoTesis es una plataforma editorial creada en 2009 por Francisco G. Triviño, Fernando Nieto y Katerina Psegiannaki de carácter independiente, no estando por tanto afiliada ni vinculada económicamente...

Read more